Esperienza Giovani Impegnati Parrocchiali della Campania

Due anni fa è sorta l’esigenza da parte di alcuni ragazzi del Movimento Parrocchiale della Campania di conoscere altri giovani impegnati parrocchiali e costruire insieme a loro una rete dove formarsi alla luce della Spiritualità dell’Unità.

È stata una piacevole scoperta sapere che la nostra esigenza era un desiderio che, già da tempo, la nostra segreteria di zonetta aveva a cuore.

Di comune accordo, abbiamo deciso che il modo migliore di concretizzare questo desiderio, era organizzare giornate e weekend, con tematiche diverse, che potessero coniugare la formazione e l’aggregazione di noi giovani. 

Siamo partiti in pochi ma con tanto entusiasmo e fiducia. Questo gruppetto, che noi chiamiamo Gruppo Regia, è cresciuto nel tempo… oggi siamo circa 20 componenti provenienti da Campania, Lazio e Puglia che grazie a collegamenti Skype e tanta volontà riescono a superare le difficoltà: rinunce ad uscite serali con amici, spostamenti anche per diversi km, magari dando passaggi a chi non ha l’auto, c’è chi attraversa il mare, pranzi domenicali insieme, insomma… facciamo famiglia! 

Questa esperienza non è stata solo frutto di rinunce ma ha favorito la nascita di rapporti autentici, il piacere di stare insieme e l’essere pronti a perdere la propria idea per valorizzare quella dell’altro. 

Curiamo ogni aspetto dividendoci i compiti, così che la messa, i canti, l’allestimento, l’accoglienza, i giochi e le attività possano essere espressione dell’Unità costruita.

Ed è in questo contesto che, chi ha partecipato alle giornate, si è ritrovato a scoprire la forza e la bellezza dell’Unità costruita tra noi per mesi.

Oltre alle giornate insieme, ognuno nel proprio territorio, ha puntato ai rapporti personali con altri giovani e al rapporto con il proprio parroco. Insieme siamo andati a conoscere personalmente tutti gli ospiti, chiamati a donarci la loro esperienza, nonché i sacerdoti e i giovani invitati. 

Nel primo anno, abbiamo organizzato 3 appuntamenti (due giornate e un weekend) che hanno visto la partecipazione di tantissimi giovani provenienti da 40 parrocchie.

In quest’anno Ideale abbiamo vissuto 2 weekend a Benevento: uno per scendere in profondità sul tema di Dio Amore e l’altro per approfondire l’Amore al Fratello. Più di 180 giovani pronti a mettersi in gioco, scoprirsi e viversi, per diventare costruttori di comunità attraverso l’ascolto, la cooperazione e il dono di sé per l’altro.

La bellezza di quanto vissuto ha generato in alcune realtà parrocchiali il desiderio di voler continuare questa esperienza insieme. Si è programmato così, in più zone, un percorso dove due ragazzi del gruppo regia ed un componente della segreteria di zonetta, incontrano i giovani di queste realtà per assicurare una continuità di conoscenza dell’ideale. 

In questi nostri incontri, oltre alla conoscenza e giochi simpatici, cerchiamo di approfondire i punti della nostra spiritualità e condividere le nostre esperienze. Questi momenti sono molto attesi, poiché tutti coloro che vi partecipano sono curiosi ed entusiasti.

Per finanziare i nostri appuntamenti, realizziamo degli oggetti che contemperino l’esigenza di renderci autonomi economicamente con quella di lasciare un’impronta della giornata.

A breve ci incontreremo per programmare il nuovo anno Ideale, certi che l’Eterno Padre ci indicherà la strada giusta da intraprendere.

Di seguito alcune impressioni:

  • “L’esperienza del Gruppo Regia senza dubbio mi permette di mettermi in gioco con e per gli altri. Spesso quando mi capita di lavorare con gli altri tendo a fare le cose di testa mia o da solo perché penso di farle meglio e subito, adesso alla luce di questa esperienza ho imparato, un po’ alla volta, a fidarmi, confrontarmi, ascoltare l’altro perché stando gomito a gomito, provo a dare quel valore aggiunto, che solo Gesù tra noi sa dare, a quel rapporto che sto costruendo a prescindere dalle attività che svolgeremo insieme.”
  • “Il gruppo Regia mi ha permesso di crescere sia personalmente che spiritualmente, in più occasioni mi è stato chiesto di andare oltre i miei limiti (caratteriali: essere precisa, puntuale e pignola o organizzativi: fare le cose a modo mio e mettere in evidenza ciò che mancasse) o ad affidarmi totalmente all’ Eterno Padre, certa che tutto sarebbe andato secondo la sua Volontà. È stato difficile perdere la mia idea per quella del fratello o mettermi da parte per dare spazio agli altri. Allo stesso tempo, questa esperienza mi ha dato l’opportunità di conoscere tantissime persone e di costruire rapporti profondi che prescindono da quanto facciamo insieme. Con alcuni di loro ci sentiamo quotidianamente, con altri ci vediamo per un caffè o uscite serali e addirittura abbiamo deciso di condividere la vacanza estiva, proprio quest’anno.”
  •  “L’esperienza col gruppo regia è stata tra le più importanti perché ha portato a una forte crescita. Ritrovarsi in mezzo a tante persone che non si conoscono, doversi confrontare e unire con altri per lavorare l’uno al fianco dell’altra non è facile per una persona timida come me, doversi superare ogni volta per affrontare gli screzi, il palco, la stanchezza, rinunciare alla propria idea per l’altro. Seppur difficile ci siamo riusciti: insieme con Lui tra noi anche le sfide più difficili diventano possibili. Credo che questa esperienza mi abbia insegnato ad avere piena fiducia nell’altro e in Dio. Ad oggi con più consapevolezze di prima sono contenta nell’aver trovato nuove persone, che hanno deciso di “vivere come me”, con cui condividere momenti diversi, non solo per l’organizzazione dei nostri weekend.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *